BONIFICHE AMIANTO

Rimozione e smaltimento amianto

rimozione amianto reggio emilia

Con l'entrata in vigore della legge 257 del 1992 che vieta la produzione, la vendita e la messa in opera dell'amianto e di manufatti contenenti questo materiale, sia friabile che compatto, sono sempre più numerose le attività industriali che decidono di rimuovere e bonificare i propri capannoni.

Va ricordato che la legge non obbliga alla sostituzione tranne nei casi in cui il materiale sia particolarmente deteriorato, provocando l'emissione di particelle superiori a due fibre per metro cubo.

Se invece l'amianto è in buono stato, va ricordato che la normativa prevede comunque un monitoraggio costante delle coperture, mediante una valutazione che segue le linee guida dettate dalla regione nella quale si risiede.


Specializzata da tempo negli interventi di bonifica amianto, la MISE srl è un'impresa che esegue ogni operazione di rimozione e smaltimento amianto eternit, in tutta sicurezza. 

Grazie al personale esperto, tecnologie all’avanguardia e macchinari appositamente impiegati, la rimozione dell’amianto Eternit avviene con accuratezza e nel rispetto della tutela ambientale, per le persone e per la natura che circonda la struttura da bonificare.

L'azienda è attiva nelle bonifiche amianto in tutto il territorio dell'Emilia Romagna e della Lombardia, dalla sede di Reggio Emilia.

Tecniche di Rimozione

Le tecniche di messa in sicurezza delle coperture di capannoni agricoli e/o industriali in amianto sono varie:


Confinamento dell'amianto: avviene tramite la realizzazione di un apposito rivestimento, realizzato con la massima precisione, in grado di isolare il materiale pericoloso. Anche se l'amianto continua con il tempo a sgretolarsi, questo avviene all'interno del rivestimento, restando così, innocuo per le persone che transitano nelle vicinanze. 

Rappresenta una soluzione definitiva.


Incapsulamento del tetto: si compie quando non è possibile la rimozione per motivi architettonici e strutturali o quando l'operazione è troppo pericolosa.

A differenza del confinamento, viene spruzzato uno strato di primer (che serve da fondo) e due strati di incapsulante tipo A di colori differenti.

Questa operazione permette di realizzare una sorta di rivestimento esterno isolante e coprente, in grado di evitare lo sbriciolamento e lo sfibrarsi delle particelle di amianto, ha una durata media di 2-3 anni e deve rispettare gli standard dettati dalla regione. 

Rappresenta una soluzione provvisoria.


Rimozione: Si procede all' incapsulamento del manufatto tramite incapsulante tipo D, successivamente segue la rimozione dei fissaggi e l'insaccamento del materiale con pellicola in film plastico o BIG-BAG. 

Rappresenta una soluzione definitiva.


RECAPITI

Torna su